domenica 22 febbraio 2015

Il primo bacio a Parigi di Stephanie Perkins





Dettagli prodotto

Copertina rigida: 428 pagine
Editore: De Agostini (3 febbraio 2015)
Collana: Le gemme
ISBN-10: 8851125686
ISBN-13: 978-8851125684


Descrizione


Anna è pronta a passare un ultimo anno di liceo indimenticabile insieme alla sua migliore amica e a un ragazzo che sta per diventare il suo ragazzo. Ma il padre ha deciso di regalarle un'esperienza altrettanto indimenticabile: un anno in una scuola internazionale a Parigi! Peccato che Anna non riesca a prenderla con altrettanto entusiasmo: non sa una parola di francese, si sente l'ultima arrivata e non riconosce neanche il cibo che trova a mensa. Per fortuna nei corridoi si scontra con quanto di più interessante la città possa offrirle: Etienne St. Clair. Occhi splendidi, capelli perfetti, un'innata gentilezza e un'irresistibile ironia: St. Clair ha proprio tutto... anche una fidanzata, purtroppo! Per quanto Anna cerchi di non infilarsi in una situazione complicata, Parigi non è proprio la città adatta per resistere a una cotta colossale...


Ho scelto questo libro ispirata dal il titolo per un progetto di read along che partirà fra pochissimo e pensavo di aver commesso un errore.....
Errore!
Mi sono divertita sin dalla prima pagina, Anna, la protagonista, ha una grande ironia, aggiungeteci poi un ragazzo interessante e una città particolare come  Parigi e il risultato vi catturerà.
Stephanie Perkins ha uno stile fresco e scorrevole, mai noioso e piuttosto realistico, avete mai cercato di imparare una lingua straniera? 
Beh, se lo avete fatto, potete capire come si senta Anna alle prese con una città straniera e i luoghi comuni che caratterizzano il popolo francese....la cosa curiosa è che dall'Europa all' America pensiamo tutti la stessa cosa!
Così la nostra protagonista sopporta una settimana di pane e cibi pronti e "facili" da prendere per non parlare con lo chef della mensa evitando una magra figura, infatti lei non conosce una sola parola di francese ma il padre la costringe a trascorrere un anno all'estero, studiando in una scuola per americani a Parigi.
Inizialmente questa per lei è una tragedia e tutto ciò che desidera è tornarsene nella sua città, Atlanta, la sua casa.
Ma il fascino del cinema e di un ragazzo mezzo americano, mezzo francese e con un irresistibile accento inglese metteranno a dura prova le sue convinzioni.
E se dopo tutto "casa" non fosse un luogo ma una persona?
Spero vivamente che vengano pubblicati anche gli altri due libri di questa trilogia, "Lola and the boy next door" e "Isla and the happily ever after".








2 commenti :

  1. 5 draghetti? *--* Ora si spiega perché questo romanzo stia spiazzando tutti ^^ E se è pure pieno di ironia...ben venga ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì,è divertente e con personaggi verosimili.

      Elimina